Alfredo Paluselli, il custode del Cimon della Pala

“… quando il tempo è freddo e soffia il vento da nord, vedrai, lungo la via della vita, volare le nuvole isolate e infagottate, in cerca di un tiepido respiro…”Alfredo Paluselli

Immaginatevi di raggiungere una baita a 2200 metri ai piedi delle Pale di San Martino e di trovare la porta aperta.. un biglietto.. ed un messaggio: “siate onesti, bevete e pagate”.

Questo è stato Alberto Paluselli, ideatore con la sua immaginazione ed arteficie con le proprie mani di Baita Segantini al Cimon della Pala, di cui sarà per sempre il Custode. Un Uomo dalla franchezza ed onestà disarmanti, che decise di affrontare inverni ardui ed interminabili in perfetta solitudine pur di trascorrere la sua esistenza al cospetto delle Montagne che più amava. Scelse di vivere lontano dall’ipocrisia della società, e quel biglietto che in sua assenza affidava ai nuovi ospiti, ne svela un’immensa umanità e la fede nelle Montagne che, prive di compromessi, avrebbero persuaso l’uomo alla lealtà. A chiunque si recasse a casa sua Paluselli dava del “tu” senza differenziazione alcuna perché le leggi della Montagna sono (veramente) uguali per tutti. Non esistono distinzioni di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche e di condizioni personali e sociali; apprezzano unicamente l’umiltà ed il rispetto di noi che andiamo a visitarle.

Leggi severe che lui conosceva bene: ” a volte Eccelsa, a volte Terribile” scriveva, ma legato nel profondo alla Montagna ed alle energie primordiali della natura anche quando questa mostrava il suo lato più burbero.

Nella Montagna stessa e nell’intimo calore della sua adorata Baita ai piedi del Cimon della Pala, trovò la sua serenità.

Cartolina Baita Segantini

“Qui, in queste alture a più di duemila metri, sono vissuto per quasi trentacinque anni. Nella bianca solitudine di questo paesaggio, fra l’Eccelso e il Terribile, baciato dal sole e scosso dall’uragano.”

– parole di Alfredo Paluselli –

Alfredo Paluselli (1900-1969) Guida Alpina, artista, creatore di Baita Segantini.

 

Se la storia di quest’Uomo ha suscitato in voi interesse e curiosità, vi consiglio la lettura di “Vento da Nord. La storia di Alfredo Paluselli, pioniere delle Dolomiti e custode del Cimon della Pala”. L’autore del libro è Alfredo Paluselli nipote omonimo del protagonista dell’opera.

E specialmente andate a conoscere di persona Baita Segantini ed il Cimon, uno dei panorami più ammirati delle Dolomiti.

IMG_1218
Al Cimon della Pala lungo l’Alta Via n.1 delle Dolomiti

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...